FacebookTwitterGoogleFeed

 

Politica interna

Politica interna

Personaggi: Sgarbi, il liberale libertino

Personaggi: Sgarbi,  il liberale libertino

Vagando con il telecomando alla ricerca del quasi impossibile, mi è capitato di vedere Vittorio Sgarbi, intervistato da un Tizio, uno dei soliti, anche un po’ antipaticuccio.
Ecco: chi cerca trova. Vittorio Sgarbi è uno dei pochissimi esemplari superstiti, genere tutt’altro che protetto, di liberali ancora reperibili tra quelli che hanno accesso nei media.
Lo lasciano par

LEGGI TUTTO

Cinquestelle e Magistrati: hanno un nemico in comune?

Vi siete mai domandati perché i Cinquestellisti che sbraitano e cercano di mordere “chi capita, capita” nel mondo politico, tra i Parlamentari ed amministratori eletti, non dicono mai una parola sui magistrati, la loro carriera, le loro retribuzioni, (di cui, pure saranno anch’essi stati vittime) sulla loro invadenza?

Penserete: magari perché dicono di essere &ldquo

LEGGI TUTTO

Renzi perde pelo ma non i vizi

Renzi perde pelo ma non i vizi

Ero convinto che bugie e cazzate che Renzi andava seminando fossero la conseguenza del panico che lo aveva preso quando s’era accorto che la sfida arrogante della riforma costituzionale e del relativo referendum era stato un errore per il quale rischiava di rimetterci il pelo.

Ha perso. Il pelo. Lo ha perso, anche se sono tanti quelli che si affannano a mettergli sulle spalle costose pellicc

LEGGI TUTTO

Renzi fa la "vittima di cavilli"

Renzi fa la

Come ogni vero cialtrone, Matteo Renzi non disdegna di fare la vittima. Dopo aver cercato di giuocare la carta del “non è successo niente”, ora cerca di usare quella del “sta succedendo troppo”.
Il troppo sarebbe nell’atteggiamento della opposizione interna al P.D. che cercherebbe “pretesti” per fargli del male e starebbe per consumare il sacrilegio

LEGGI TUTTO

Qualcosa è successo

Qualcosa  è successo

Dal 5 dicembre siamo stati bombardati, punzecchiati, ammoniti, sbeffeggiati con una parola d’ordine: non è successo niente.
Lo sbalordimento di Renzi per la legnata inflittagli dalla gente con il referendum al quale proprio lui aveva voluto conferire un significato ancor più rilevante di quello che in sé gli era proprio, era durato meno di una giornata.
Il discorso &ldqu

LEGGI TUTTO

Scissione di un partito artefatto

Scissione di un partito artefatto

Stando ai titoli dei giornali, la scissione del P.D. (Partito Democratico) è oramai scontata.
Non so se tale previsione sia esatta. Il P.D. non è e non è mai stato un partito imprevedibile, ma è sempre stato un imbroglio e gli imbrogli non producono, in genere, certezze.
Non ho voglia di scherzarci sopra e non riesco a dire, anche per scherzo, la bugia che io amo il P.D

LEGGI TUTTO

"Partito della Nazione" addio!

Dopo il quattro dicembre a molti che si erano battuti per il NO a viso aperto e senza tentennamenti, condizioni ed alibi, è stato rinfacciato di non aver ottenuto niente, che tutto era rimasto come prima e che il loro impegno era stato frustrato.
Discorso più stupido che sbagliato. Certo non in buona fede.
La vittoria del NO è stata la vittoria contro una svolta autoritaria, p

LEGGI TUTTO

Video In Evidenza

newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.