FacebookTwitterGoogleFeed

 

Editoriale

Editoriale

Intervento ipocrito

Intervento ipocrito

“Abbassare i toni”. E’ l’ammonimento che viene dal Quirinale a proposito della campagna per il referendum costituzionale.
Per chiamare le cose con il loro nome, non mi pare possa farsi a meno di definirlo “ipocrito”. Il riguardo dovuto alla Persona non mi impedisce di usare un termine appropriato.
Mentre a favore del SI si mobilitano poteri e prepoteri (prepoten

LEGGI TUTTO

Un altro oscar a Benigni: delle cazzate

Un altro oscar a Benigni: delle cazzate

No, non mi dispiace di non aver fatto in tempo a inserire questa nello “Stupidario del SI”. Meglio non correre il rischio di sentirsi accusare di inventarsi cose impossibili che si scrivono in un libro o di “sparare sull’ambulanza”. Ma è certo che a Benigni, quello della “Costituzione più bella del mondo”, spetta un secondo premio Oscar: quel

LEGGI TUTTO

Col SI' incertezza del diritto e piu' potere ai Giudici

Col SI' incertezza del diritto e piu' potere ai Giudici

C’è un aspetto della obbrobriosa pretesa riforma della Costituzione che sta sfuggendo all’attenzione di un po’ tutti ed in particolare dei “politologi” che pretendono di pontificare in materia.
Si contesta il dato di uno scivolone verso forme autoritarie. In realtà c’è qualcosa di peggio.
C’è, nel progetto Renzi-Boschi un trasfe

LEGGI TUTTO

Discorsi "a Pera"

Discorsi

Francamente credevo che la “moderazione” di Berlusconi e di Forza Italia (con le meritorie eccezioni) nella scelta e nella campagna per il No, dipendesse da ben altre forme di pressione e da complessi e sindromi più serii. Assai meno autorevoli e presentabili, meno paludati ma anche meno facilmente eludibili…

E invece, forse perché anche per il pressing su Berlusco

LEGGI TUTTO

Renzi imbroglione anche nel predisporre la scheda

Renzi imbroglione anche nel predisporre la scheda

Una scheda diversa da quella del precedente referendum costituzionale.

Una scheda in cui il SI ed il NO sono rapportati al titolo a dir poco “ottimistico” dato dai proponenti alla legge infame della riforma Boschi-Renzi.

Ci manca solo l’aggiunta di qualche aggettivo “necessario”, “nuovo”, “bellissimo”, “giustissimo”, etc.

Renzi non

LEGGI TUTTO

Raggi, Olimpiadi: buonsenso ed impopolarità

Raggi, Olimpiadi: buonsenso ed impopolarità

Credo che abbia fatto bene Virginia Raggi ad opporsi alla candidatura di Roma quale sede Olimpica per il 2024.

Me lo suggerisce il gran casino di quelli che la accusano, anzitutto, con un falso: quello che abbia rinunziato alle Olimpiadi.

La famosa frase di De Coubertin “importante non è vincere, ma partecipare” (…sì…andatelo a raccontare alle tifoserie&hell

LEGGI TUTTO

Video In Evidenza

newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.