FacebookTwitterGoogleFeed

 

Editoriale

Editoriale

Dalle sciabole alle toghe

Dalle sciabole alle toghe

IL GOLPE NEL TERZO MILLENNIO-VENEZUELA-ITALIA

 Una volta a fare “il golpe” (parola ispano-americana che indica certi eventi di tutto il mondo) erano generali e colonnelli “le sciabole”. Oggi, nel Terzo millennio, sono i magistrati, i P.M., i giudici. Golpe delle toghe.

Quando andai avanti al Tribunale di Palermo a testimoniare nel processo Andreotti, Scarpinato, attual

LEGGI TUTTO

Andreotti? Parliamo di chi volle accopparlo

Andreotti? Parliamo di chi volle accopparlo

Su “La Verità” di domenica 26 marzo un’ampia rievocazione di Giulio Andreotti scritta da Cesare Lanza.

Niente, o quasi, che dello Statista non fosse noto, anzi già quasi divenuto leggenda. Tranne il fatto che amasse le scommesse e che, come si legge nel titolo, “perse milioni ai cavalli”. Che, poi, non li perse, perché pare che giocasse con gli am

LEGGI TUTTO

Procedure di beatificazione di Magistrati

Procedure di beatificazione di Magistrati

La Chiesa Cattolica ha precise norme e procedure per la beatificazione e santificazione di quelli che, passati a miglior vita, vanno a far parte di una schiera di eletti, destinati ad essere oggetto di venerazione dei fedeli e capaci di farsi mediatori delle speranze di essi di soprannaturali benefici.

C’è qualcosa di analogo, tranne che nella rigorosa formalità del procediment

LEGGI TUTTO

Legittima difesa e tesi poco legittime

Legittima difesa e tesi poco legittime

In questi giorni la recrudescenza di crimini commessi in danno di cittadini nelle loro stesse abitazioni e nei luoghi e dove esercitano le loro attività commerciali ed, al contempo, di reazioni di taluni di questi ultimi messe in atto con la conseguenza della morte di qualcuno dei rapinatori e ladri, ha fatto tornare alla ribalta la questione della autodifesa, dei limiti della sua legittimi

LEGGI TUTTO

Di Matteo conquista Roma ma resta a Palermo (e io vado a Sgurgola)

Di Matteo conquista Roma ma resta a Palermo (e io vado a Sgurgola)

Alla fine Nino Di Matteo ce l’ha fatta. Ha conquistato l’ambito posto alla Procura Nazionale Antimafia, che ha sede a Roma, in un antico palazzo a Via Giulia, già sede di un museo di antichi strumenti di giustizia, cioè di tortura, di morte, con la gogna, la ghigliottina del Papa etc.
Posto ambito e conquista faticosa: Di Matteo ha dovuto sudare le classiche sette camicie

LEGGI TUTTO

Quando i forcaioli scoprono il garantismo

Quando i forcaioli scoprono il garantismo

(in Memoria di Filippo Mancuso)

Antichi proverbi dicono quasi tutto quello che c’è da dire di una situazione, per più versi grottesca, ché grottesca è sempre quel po’ di giustizia che si ritrova nell’ingiustizia, in cui versa oggi “il” partito, il P.D. che finora poteva ben definirsi quello degli scampati-profittatori della mattanza giudizi

LEGGI TUTTO

Video In Evidenza

Annuncio

annuncio

      CLICCA SULL'IMMAGINE PER INFO

newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.