FacebookTwitterGoogleFeed

 

Ingroia invita i grillini a distruggere il diritto

Mentre Di Matteo cerca di digerire la botta della mancata “trasferta” dove già sta ed è stato da anni, andando in pellegrinaggio per manifestazioni di solidarietà e di protesta, Antonio Ingroia, ex Procuratore Aggiunto di Palermo e suo Mentore, ex candidato Presidente del Consiglio, Avvocato frettoloso nell’assumere incarichi antimafia, dirigente di un ente regionale e Commissario Liquidatore della Provincia di Trapani di fiducia del Presidente Crocetta, progetta l’estensione delle leggi antimafia e l’abolizione di fastidiosi intralci delle prove dei crimini di corruzione (e simili). E, soprattutto, mette a punto nuove strategie politiche “un ampio schieramento democratico… A cominciare dal Movimento 5 Stelle, perché…esca dal proprio isolamento dorato e improduttivo…e cominci un percorso nuovo…Un’alleanza trasversale in grado di restituire finalmente democrazia e giustizia ai cittadini e di cambiare gli equilibri politici e parlamentari futuri…”.

Tutto questo a partire da una iniziativa specifica “bisogna estendere ai colletti bianchi indiziati dei reati più gravi la legge voluta da La Torre per i mafiosi” (misure di prevenzione e sequestri per gli “indiziati” di essere tali). E’ il senso della proposta di legge La Torre Bis che abbiamo scritto con gli altri giuristi (?!???) e Franco La Torre, figlio di Pio: in presenza di gravi indizi di corruzione partono gli accertamenti finanziari e patrimoniali…si sequestrano i beni dell’indiziato corrotto…chi non riesce a dimostrare la provenienza lecita delle ricchezze subisce la confisca…”.

Insomma: la certezza di ogni diritto patrimoniale, già venuta meno con le misure antimafia (contro i “presunti” o gli “indiziati”) che già hanno demolito pilastri essenziali del diritto e dell’economia (facendo, tra l’altro venir meno ogni normale accesso al credito in regioni come la Sicilia, che ne è rimasta rovinata…). Verrebbe ulteriormente devastata con l’ “allargamento” delle misure patrimoniali (cioè espropri, magari, “cautelari”) ad altre categorie di “gravemente indiziati” (esplicitamente, quindi, non necessariamente colpevoli!!!) per di più non di un reato che deve (o dovrebbe) consistere in una “condizione”, in una prevaricazione violenta e stabile nel tessuto economico-sociale, come è, pur nella sua pericolosa genericità il reato di associazione mafiosa, ma di reati di per sé “episodici”, “istantanei” anche quando siano gravissimi e che non necessariamente consistono nell’acquisizione di condizioni di continuità e di sopraffazione. Insomma il “giurista” Ingroia e gli altri “giuristi” autori di cotanta proposta sembra si propongano di dimostrare tutta la potenzialità eversiva della legislazione antimafia, passando, in realtà, dalla potenzialità all’attualità della eversione giuridico-economico-sociale.

Da questa “scheggia impazzita” del Partito dei Magistrati, da Ingroia, da Di Matteo, dal pittoresco contorno del Guru di Antimafia 2000, delle Agende Rosse e delle “Scorte Civiche” e dal contorno affaristico della gestione dei beni sequestrati, dalle teorizzazioni con le quali si sono costruite mostruosità come il processo per il tentativo dello Stato di sottostare al ricatto della mafia, si sviluppa la degenerazione del diritto e della giustizia che è insita nella “giustizia di lotta” e nell’”antimafia devozionale”.

Ma bisogna aggiungere che le velleità degli Ingroia e del collezionista di “cittadinanze onorarie” Di Matteo, nascono da tutta una serie di distorsioni piccole e grandi: dalla “trasferta immobile” ai latrocinii della “gestione” dei beni sequestrati, ma, soprattutto nasce una sorta di “anarchismo reazionario” non facilmente decifrabile. E progetti poetici assurdi ma pericolosi. E tutto ciò è determinato soprattutto dalla incredibile mancanza di una reazione purchessia della classe politica, dei ceti professionali, degli imprenditori (che non sono tutti “monnezzari” ed affiliati alla nuova mafia dell’antimafia).

E’, in fondo, questa inerzia di fronte allo scempio, la vera sciagura.

                                          Mauro Mellini 

02.05.2017

Commenti   

0 #1 Chrinstine stepanie_isles@yahoo.com 2017-05-11 20:30
I’ve bern browsibg on-line grfeater than 3 hours thjese days, yyet I bby nno means found
aany fascinatkng articdle like yours. It is beautifuil worth enough forr
me. In my view, iff aall webmasters and blogggers mqde gokd content as yyou proobably did,
thhe injternet will likely bbe a loot more helpful than evdr before.
It is thee bewst tome tto mwke a few plans ffor thhe llonger term andd
it's time too bbe happy. I've rwad this pist andd iif I may I wih
tto suggest youu few attention-grabbing things or advice.
Perjaps yyou can write subsequent articles referring to thi
article. I desire to learn morde thngs approximately it!
Hi there! Thiis article couldn't bee written anyy better!
Going through ths articlle reninds mme oof mmy previou roommate!
He always krpt preaching abvout this. I will forwward thius posst tto him.
Pretty suee he'll havce a ggood read. I appreciate yyou
for sharing! cspan.org/
Citazione | Segnala all'amministratore

Aggiungi commento


Video In Evidenza

newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.