FacebookTwitterGoogleFeed

 

Macedonia vicina al voto

Confermata, poche settimane fa, la data delle elezioni in Macedonia da parte del Parlamento. I leader dei partiti politici hanno infatti di comune accordo ufficializzato l'11 dicembre come data della chiamata alle urne dei cittadini macedoni. Il futuro primo ministro si troverà di fronte ad uno scenario devastato da una gravosa crisi istituzionale, denunciata a lungo da numerose proteste popolari. 

Fra i primi ad esporsi, rilasciando pubblicamente dichiarazioni a riguardo, vi è Zoran Zaev, leader del partito d'opposizione Unione Socialdemocratica di Macedonia. Gli intenti del candidato sembrerebbero infatti chiari, nonostante egli debba ancora chiarirne le modalità di realizzazione: oltre a far fronte alla povertà, gli incentivi alle imprese e la conseguente creazione di posti di lavoro sembrerebbero i capisaldi del suo programma elettorale.
Rimangono auspicabili, anche alla luce dell'ambiziosa manovra promossa da Zaev, il suo sostegno alla procedura di annessione della Fyrom all'Unione Europea - la quale darebbe solamente manforte alla crescita economica del paese - ed una maggiore tutela della minoranza albanese all'interno della comunità macedone.

 

Giovanni Di Carlo

Aggiungi commento


Video In Evidenza

newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.