Abolizione ergastolo, Mastella dice no

Il ministro di Grazia e Giustizia Mastella, intervistato dai giornalisti a margine di un convegno a Sorrento, ha dichiarato espressamente di essere contrario all'abolizione dell'ergastolo, prevista dalla bozza di riforma del sistema giudiziario presentatagli a fine maggio dalla commissione di esperti incaricata. "Un conto -ha spiegato Mastella- sono le commissioni di studio che formulano ipotesi tecniche, altro sono le determinazioni della politica. Per quanto mi riguarda, lo ripeto, sono decisamente contrario all'abolizione dell'ergastolo".
Decisamente contraria anche Maria Falcone, secondo la quale "La paventata iniziativa parlamentare che prevederebbe l'abolizione della pena dell'ergastolo mi lascia completamente esterrefatta. Io credo che a questo punto l'Italia degli onesti puó abbassare le saracinesche della legalità e della giustizia. Secondo Piero Grasso, procuratore nazionale antimafia, l'abolizione della massima pena carceraria non sarebbe una buona idea: Se si cominciano a indebolire - ha dichiarato il magistrato - quelli che sono i punti fermi della legislazione antimafia e si comincia a parlare di abolizione dell'ergastolo puó avvenire una guerra di mafia di proporzioni immani (cdg).
Fonte Asg Media

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.