FacebookTwitterGoogleFeed

 

Chirac convocato dai magistrati francesi

L'ex presidente della Repubblica Jacques Chirac è stato convocato da un magistrato per essere interrogato sulla vicenda di falsi impieghi che sarebbero stati concessi ad alcuni membri del suo partito all'epoca in cui era ancora sindaco di Parigi. Lo scrive oggi il quotidiano Le Parisien.
Secondo il giornale, che non cita le sue fonti, il magistrato ha scelto una formula su misura per lo statista, che non è più protetto dall'immunità presidenziale: "nessuna convocazione scritta, il negoziato è avvenuto per telefono".
Chirac, scrive ancora Le Parisien, comparirà come "testimone assistito (da un legale)".
In una dichiarazione diffusa nella tarda serata di ieri, Chirac, 74 anni, aveva scritto di essere pronto a rispondere alle domande sulle vicende legate agli eventi avvenuti prima della sua elezione all'Eliseo, nel 1995.
Gli inquirenti vogliono sentire Chirac su un caso scoppiato nel 2002, che riguarda una serie di posti di lavoro attribuiti a membri del partito conservatore, il gollista Rpr, quando a governare la capitale francese erano Chirac (tra il 1977 e il 1995) e il suo successore Jean Tiberi (1995-2001).
Chirac ha sempre negato ogni malversazione. Oggi non è stato possibile raggiungere alcun membro del suo staff per un commento alla notizia.
Alcune persone vicine a Chirac, coinvolte nella vicenda, sono state condannate per appropriazione indebita, corruzione e frode elettorale.
Fonte Reuters

Video In Evidenza

Annuncio

annuncio

      CLICCA SULL'IMMAGINE PER INFO

newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.