FacebookTwitterGoogleFeed

 

  • Gratteri: concorso colposo e stupido, in associazione mafiosa

    Gratteri: concorso colposo e stupido, in associazione mafiosa

  • Nodi al pettine

    Nodi al pettine

  • I cretini diventano

    I cretini diventano "ragionevoli"?

  • Antimafia demenziale

    Antimafia demenziale

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

EDITORIALE

  • 1
  • 2
  • 3

Pentito ma non troppo

Estorceva denaro a imprenditori mentre era collaboratore di giustizia. Con questa accusa, il Centro operativo della Direzione investigativa antimafia di Napoli, diretto da Adolfo Grauso, ha dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) su richiesta della Dda di Napoli nei confronti di Carmine Di Girolamo.
L'uomo è stato condannato a otto anni e sei mesi di reclusione in relazione ad alcune estorsioni fatte ad Aversa, nel Casertano, tra il 1997 e il 2001, ai danni di imprenditori locali, in un periodo in cui era collaboratore di giustizia. Di Girolamo si trovava già in carcere perché arrestato nel 2006 dai carabinieri della compagnia di Capua per un altro tentativo di estorsione ai danni di un'impresa locale.
Fonte Casertasette

Politica interna estero

  • Quando la giustizia da ridere

    DELINQUENTE CONDANNATO IN PROVA: FACCIA L’AVVOCATO MA CON LA MORDACCHIA Si direbbe che certi “meriti” di parte e di “lotte” del passato, certe “collaborazioni” disastrose per la città di Agrigento e non solo, continuano ad assicurare almeno un po’ di quella “intangibilità” che il noto figuro poteva millantare quando ancora non aveva preso a sbeffeggiare, aggredire e svillaneggiare i magistrati. Il Tribunale di Palermo, quale giudice dell’esecuzione di una condanna per calunnia ad un anno e quattro mesi di reclusione Leggi tutto
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Video In Evidenza

Annuncio

annuncio

      CLICCA SULL'IMMAGINE PER INFO

newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.