FacebookTwitterGoogleFeed

 

Articoli

Estero

L’EUROPA SI ACCORGE CHE L’ITALIA E’ IN PERICOLO

Il grido di allarme che i “Grandi” dell’Europa, la Merkel e Macron per la situazione italiana (o, per essere più precisi e meno ottimisti, per le ripercussioni sull’Europa dell’impasse politica in cui il nostro Paese si trova) aggiungono, invece di attenuare, i motivi di preoccupazioni che dobbiamo avere per il nostro stato delle cose.

E’ il caso di dire

LEGGI TUTTO

Europa sì. Quarto Reich no.

Europa sì. Quarto Reich no.

Pare che l’accordo tra le forze della coalizione di Centrodestra sia stato raggiunto su, tra l’altro, una piattaforma di revisionismo europeista.

Ma forse l’espressione è inesatta, perché nessuna idea specifica e gestibile è venuta fuori per una eventuale revisione. Si sarà convenuto un antieuropeismo “moderato”, termine tanto caro a Berlus

LEGGI TUTTO

Considerazioni su di un paragone impossibile

Considerazioni su di un paragone impossibile

Gli Italiani si appassionano alle elezioni.

Almeno a giudicare dai programmi televisivi e dai titoli dei giornali, non si può dire che gli Italiani siano indifferenti alla politica, ai risultati delle elezioni, alle scelte cui i popoli siano chiamati per decidere della loro vita e del loro destino. Esprimono persino simpatie, oltre che, naturalmente, antipatie per uomini (e donne) politici

LEGGI TUTTO

Residenza, cittadinanza, nazionalita': Addio!

Residenza, cittadinanza, nazionalita': Addio!

Dopo aver di fatto rinunziato, eliminando la condizione di “clandestino” per lo straniero insediato in Italia (che, in effetti, nessuno ha più bisogno di farlo “clandestinamente”) ogni effettiva valenza del concetto di “residenza”, si avvia, oramai senza remore e rimedi, alla totale vanificazione del concetto di “cittadinanza”, affidato alla s

LEGGI TUTTO

Si' ma quelli sono in Francia e da noi?

Si' ma quelli sono in Francia e da noi?

Lo abbiamo scritto qualche giorno fa: negli U.S.A., in Francia, in Gran Bretagna si vota e da noi non si riesce nemmeno ad avere una legge elettorale.

Avvicinandosi la data del ballottaggio presidenziale francese sembra che la campagna elettorale si debba farla in Italia e che, in mancanza di candidati, di partiti, di legge elettorali per la nostra Repubblica, chi vuol proprio fare politica debba

LEGGI TUTTO

Video In Evidenza

Annuncio

annuncio

      CLICCA SULL'IMMAGINE PER INFO

newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.